15 giugno 2022

Dieci per cento – il vino senza storia

di Fabio Rizzari

Per Soldati – vado a memoria – un vino è niente se non ha un padre, una terra di nascita, una vendemmia data. Insomma, se non si può dire di chi sia figlio e dove sia nato. Continua a leggere

13 giugno 2022

Bolinas


di Raffaella Guidi Federzoni

Mai avrei pensato di scrivere un pezzo partendo da un necrologio relativo a qualcuno mai sentito nominare, il cui vino non ho mai bevuto e probabilmente non berrò mai. Continua a leggere

3 giugno 2022

Quarta beatitudine

di Snowe Villette

Argomento trattato oggi: le prese di culo; “meglio che ne scrivi tu, così non si offendono” me dice DuCognomi, che se sente autorevole. A Shameless nun serve chiedello, troppo romantica-lirica pe’ occupasse de robba tera-tera come li quattrini. Continua a leggere

5 Maggio 2022

2021: grande nella piccolezza

di Fabio Rizzari

L’argomento non è nuovo ma chi sono io per non ritessere l’infinita trama del mondo (del vino)?
Per un palato coltivato è importante essere sanamente cauto – ovvero sospettoso, ovvero addirittura severo – verso la cosiddetta “grande annata”. Continua a leggere

2 Maggio 2022

Un paio di parole, anche tre o quattro (memorie dal Vinitaly 2022)

di Raffaella Guidi Federzoni

The Beginning

Dopo tre anni che sono sembrati tre secoli, sono partita per Verona con ansia particolare. Cercavo in qualche anfratto l’adrenalina che sempre si era manifestata imperiosa durante le puntate precedenti, faticando a trovarla. Continua a leggere

13 aprile 2022

Una grande alterazione meccanica

Bartolomeo Cristofori padovano
e l’invenzione del pianoforte

di Andrea Coen

Bartolomeo Cristofori, il geniale costruttore padovano inventore del pianoforte, è autore di una delle più grandi alterazioni che si ricordino nella storia della musica colta occidentale: quella operata sulla meccanica del clavicembalo, con la trasformazione del saltarello in martelletto, per mezzo della sostituzione del monocorde – fuor di metafora! – pizzico della penna con l’azione del martello, regolabile in tutte le possibili sfumature dalla sensibilità e dall’intelligenza dell’esecutore. Continua a leggere

8 aprile 2022

Dream café

di Floriana d’Amely

Un uomo e una donna entrano in un bar, oltrepassano senza esitazione i tavolini ingombri di aperitivi nel diffuso vociare dei giovani e si siedono in un angolo defilato, uno di fronte all’altra, sulle rigide sedie in plexiglas accostate a un tavolino. Continua a leggere

29 marzo 2022

Vino, festa mobile

di Raffaella Guidi Federzoni

C’è qualcosa di hemingwayano in ciò di cui sto per scrivere. Per questo mi sono permessa di intitolare il post ispirandomi a un libro*che consiglio a chiunque voglia imparare a leggere, a scrivere e a vivere. Continua a leggere