About

Le antiche accademie italiche erano meno accademiche di quanto si possa pensare.
L’ironia, il divertimento, il gioco erano parte essenziale della vita degli affiliati. I nomi stessi sono eloquenti: Accademia degli Intronati, degli Infiammati,  degli Umidi, dei Lunatici, degli Svegliati;
e ovviamente la notissima della Crusca.

In molte si discettava di arte, filosofia, teatro, musica, ma poi si badava al sodo:
cioè a mangiare e a bere.

La nostra accademia si richiama idealmente a quella degli Alterati: alterati dal vino, per cominciare;
ma non soltanto.

Alterato è anche altro da sé, quasi letteralmente. Di qui il motto accademico, longe alius, di lontano
è un altro. Come l’umile pedone degli scacchi che, quando riesce a raggiungere l’ottava traversa,
si trasforma in un pezzo diverso.

Gli alterati non ambiscono al consenso, né universale né particulare. Vogliono soltanto divertirsi, liberamente. L’accademia alterata è idealmente un luogo antipiacionico. Per questo il suo riflesso digitale, curato graficamente con il prezioso aiuto di Fabio Cremonesi, non obbedirà ad alcuna ossessione del web:  verrà modificato solo se e quando uno degli alterati riterrà di scriverci qualcosa.

Annunci

20 commenti to “About”

  1. Come partecipare stabilmente della vostra alterazione con la mia?
    Come pegno della mia fedeltà al “contrario”, vorrei proporre la mia ultima bazzecola al sito http://www.suonidalmondo.com/edizioni/165-2011-libri-carlo-boschi-proverbi-e-controverbi.html
    Grazie,
    Carlo Boschi

  2. Alteramente vostro, vi seguo, pedissequo.

    Fil.

  3. una voce diversa dal mondo del vino? Sembra impossibile vedere che l’ironia non è morta e sepolta. Non ci speravo più… Ma forse sto solo sognando e mi tufferò nei soliti blog egocentrici, pieni di gossip e del tutto inutili il GF…

    Enzo Zappalà

  4. A proposito, ritenendomi piuttosto alterato chiedo l’iscrizione d’ufficio, al limite di garage o, nella peggiore delle ipotesi, dal bagno.

  5. La vostra alterazione e il vostro interesse per il mondo del vino ci aggrada, siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Hanno, lor signori, una mail con cui corrispondere? Saremmo lieti di porre alla vostra attenzione la nostra offerta, se lo riterrete opportuno. Saluti “alterati” e sinceri

  6. Saluti a tutti, cosa pensano gli alterati di questa geniale iniziativa? Bed&wine, l’eno-turismo conveniente, vi attende numerosi!
    http://www.hotelgio.it/bed&wine.html

  7. vi ringrazio. alteratamente affascinato dal bell’esercizio che animate…

  8. Nella sezione “interventi” forse vi piacerebbe mettere anche il seguente pezzo.

    Credo di essere diventato un alterato anch’io. La cosa non mi turba affatto. Al mondo siamo tanti, ben comune mezzo gaudio. Quel “ben comune”, però, cerca di dirmi qualcosa. Non capisco se a questo punto devo pure iscrivermi da qualche parte a qualcosa in comune, ad un partito, un sindacato, un’associazione, un blog. «Soli si muore, senza un amore», diceva una vecchia canzone, ma è ben altro quel che mi frulla nella testa. Alterato sì, va bene, ma cane sciolto! Comodo, eh? Bevo quel che (voglio?) mi prescrive il medico, anzi il professore perché il medico è di manica stretta. Non tedio nessuno discutendo della bottiglia e bla bla bla, perciò posso (scolarmi?) degustarmi anche i sekt fatti in Germania orientale che trovo a 1 € e rotti a LIDL e nessuno mi rompe gli zebedei per cavarmi fuori che cosa ci trovo, che profumi, che sapori, che bla bla bla. Brucia il convento e ci spengo semplicemente l’incendio. Niente testimoni, niente polemiche, niente bottiglie da dividere in due, anzi due bottiglie per uno e crepi l’avarizia. Alterato lo rimango solo io, ma il portafoglio mi sa di no, anzi, poverino, ringrazierà pure (i suoi colleghi hanno a che fare con Franciacorta a prezzi galattici…). Ah, che bella la libertà! Senza cuccia, senza catena, senza ciottola. Alterato e basta. Leggo, ohibò, che voi invece la pensate diversamente, vi siete addirittura fatti una signora “Accademia” (alla faccia del nichel: ma non bastava club?), con tanto di “CATALOGO degli Ascritti all’Accademia Cosmografica degli ALTERATI”…
    Roba grossa, insomma, anzi una vera forca caudina, come per dire «chi non è con noi è contro di noi». Ennò, ragazzi miei, non si fa mica così. L’alterato è alterato e basta, ascritto o no, gli basta soltanto la carriola per farsi portare a casa dagli amici dopo la sbornia, con fermata obbligatoria per un cicchetto a ciascuno in ogni bar che s’affaccia per caso lungo la strada. Non cominciamo perdindirindina a fare gli abbonamenti, le schedature, gli accreditamenti, le ascritture perché sennò chiamo piuttosto la carretta dei monatti e vado a fare l’appestato, altro che l’alterato! Comunque vi ho letto, non vi ho digerito, ma vi ho letto. So che ci siete, ogni tanto vi scriverò, ma soltanto da lontano, così non vi accorgerete mai dell’alito pesante per il classico goccio di troppo, anzi g-giuro che degusto moderatamente (e chi ci crede?) secondo i ca-ca-canoni del b… del b… del bere m…moderato (omissis). Che devo fare, su, dài, per ‘sta mannaggia di Accademia? Camminare con un piede sul marciapiede e l’altro in strada? Già fatto, a Milano, anche se col tram che arrivava mi sono fermato, immobile, senza nemmeno fiatare, sissamai. Ogni volta che andavo a destra verso il muro mi ritrovavo a sinistra con una gamba giù dal marciapede…1980? No, 1978: annata stupenda. Ecco, vedete, sono talmente alterato che in cantina non ho più neanche una bottiglia di quell’anno. Fatti fuori tutti. Tutti. Questo almeno vi dovrebbe bastare. Fatemi sapere.

  9. Caro Mario, ti rispondo io. Ci siano autoproclamati Accademici Alterati senza pomposità. L’unico intento è, se vuoi, far riflettere con divertimento. Non ci sono regole, a parte quella di una scrittura che non segua le mode , bensì il buon senso. Anche la buona educazione. Nessuna voglia di schierarsi contro, solo di trattare argomenti da un punto di vista meno conformista.. Non sempre abbiamo scritto di vino, anche di ippica, musica, letteratura., esperienze personali, storie di famiglia.
    Ci fanno molto piacere i tuoi interventi, hai il DNA giusto per essere iscritto automaticamente nel registro alterato, senza bisogno di forche caudine.
    Con tanto affetto

    • Il principio l’ho capito, ma le forche caudine si riferivano a: 1) come si fa a mandare i pezzi da pubblicare se non c’e’ neanche una pagina dei contatti o un indirizzo di posta elettronica? 2) e le foto da inserire in capo ad un pezzo chi le sceglie?
      La riflessione di cui sopra l’ho dovuta scrivere qui e non c’era verso nemmeno di allegare una foto. Con tanto che cosaaaaa???

  10. salve, segnalo questa iniziativa dove due mondi, l’arte ed il vino, s’incontrano. PremioSinestesie, concorso nazionale di Arti visive: tema del bando: “Sinestesie: il Senso diVino”
    http://www.premiosinestesie.it

  11. …ma la citazione del fine settimana ?

  12. Giusto: a breve riprenderà le trasmissioni

    • Direi di no: questo sito esiste dal 2011, quello indicato – a quanto pare – dal 2015. Noi siamo anarco-anarchici quindi bene lo stesso, ma magari un messaggetto per dire “ehi, buon pomeriggio, ci chiamiamo come voi” (e tutti insieme ci chiamiamo come i vecchi accademici di qualche secolo fa) l’avremmo apprezzato.

  13. Alquanto alterati
    Ci giran le sfere
    Rincorriamo le spore
    Germiniamo parole

    http://www.armillaria.org/

  14. Notevole!

  15. Ma come entrare a far parte del vosto Aureo Clan? Ammettete anche Piemontesi profondamente convinti da Barolo e Barbera con sconfinamenti regionali in quel della Lombardia, Liguria e persino (ma solo quando fa bello) Toscana?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...