18 aprile 2019

Obtorto collo

di Shameless

Scrivo dopo un combattuto dibattito intimo con DuCognomi. La mia concubina alterata recentemente ha proclamato urbi et orbi – cioè sulla più diffusa piattaforma social per gli over quaranta – che la vita è troppo breve per soffermarsi a bere vini prodotti da persone antipatiche, maleducate, arroganti ed eticamente poco attraenti. Ci sono tanti vini buoni, perché scegliere vini buoni sgorganti dalle mani di persone che buone non sono? Continua a leggere

Annunci
2 aprile 2019

Tutto il resto è gioia

di Raffaella Guidi Federzoni

Per le Idi di Marzo gli Sherpa del vino smettono di ciacciare* nei social ed iniziano ad agire. Vero è che si sono già scaldati i muscoli con qualche anteprima, qualche fiera più o meno locale, qualche roadshow appresso ad uno sciamano assatanato di soldi.
Si tratta però di allenamento, non di competizione vera e propria. C’è un cratere di differenza fra sbicchierare per un pubblico composto da clienti privati ed argomentare con un’ audience formata da importatori e/o distributori. Continua a leggere

26 marzo 2019

Il vino disegnato

di Giampiero Pulcini

A meno che non si venga pagati per farlo, valutare un vino dovrebbe servire essenzialmente a se stessi: scandagliare lo spazio nebuloso in cui gusto e desiderio s’intrecciano è esercizio impegnativo ma rigenerante, l’attraversamento dell’anticamera da cui accedere a un vuoto che va custodito. Continua a leggere

17 marzo 2019

Un compleanno importante

Mille auguri all’accademico alterato Armando Castagno, che oggi compie il giro di boa del mezzo secolo.

Gli altri alterati gli dedicano per l’occasione una sentenza socratica:

“A cinquant’anni si può finalmente aprire quella bottiglia di Sagrantino che tieni in cantina da quaranta”

(Platone, “Epinosime, o Dialogo Sopra i Vini Tannici”)

11 marzo 2019

Lavacri

di Shameless

Prima di degustare lavatevi i piedi. Anche le ascelle. Così se annusate qualcosa che possa ricordare certi odori acri o fungini non sarà merito vostro.

Leggete bene, ho scritto “merito” non “colpa”. Questo perché l’eno-tendenza attuale considera alcune sfumature nasali un pregio. Continua a leggere

21 febbraio 2019

Si tratta solo di trovare il titolo giusto

di Raffaella Guidi Federzoni e Snowe Villette

Fico er convegno, me ce porti ancora?
Solo se ti vesti meglio.

Ha parlato quella dee Doc Martens* dure e pure.
Nessuno mi guarda i piedi, ma tutti ti guardano il culo, soprattutto se c’è scritto “Oui, je suis mon derrière.” Continua a leggere

18 febbraio 2019

Benvenuto Brunello: una carrellata alterata

di Faro Izbaziri

Dopo la carrellata chiantigiana condotta dal collega alterato Castagno – carrellata che è costata alcuni punti di sutura a una nota produttrice di Radda – ecco le note di degustazione redatte per l’Accademia in occasione di Benvenuto Brunello 2019. Continua a leggere

13 febbraio 2019

Chianti Classico Collection 2019: la selezione dell’Accademia

di Armando Castagno

Nella splendida stazione della Cornice Leopolda, a Firenze, è stata presentata lunedì 11 e martedi 12 febbraio la Rassegna annuale dei Chianti Classico (in modernese: Chianti Classico Collection).

Un numero di giornalisti internazionali accreditati lievemente inferiore agli abitanti di San Paolo del Brasile, ma un po’ più rumoroso, ha affollato gli enormi locali dell’antica stazione leopoldina, apparecchiati dal Consorzio Chianti Classico in maniera come di consueto impressionante: la sfilata di bottiglie sul tavolo centrale arrivava a Empoli e ritorno. Continua a leggere