Archive for ‘Alterati’

4 settembre 2021

Sul vino

Alterati dal vino
di Fabio Rizzari
Il vino è un oggetto semplice? si risponde: sì.
Il vino è un soggetto complesso? si risponde: sì.

read more »

4 settembre 2021

Quella leggera felicità

di Shameless

Ancora non so come sia successo, ma è successo. Non una, ma più volte durante tanti anni.
Per esempio a New York, un ristorante giù al Village, alla fine degli anni Novanta.

read more »

27 agosto 2021

Anche tu pontefice (in sei pratiche lezioni)

Pontefice e vino

di Fabio Rizzari

Benedetto XVI e Francesco I sono indubbiamente due dei più noti pontefici presenti oggi nella nostra penisola, ma non sono gli unici. Nel mondo del vino esistono decine di pontefici.

read more »

23 agosto 2021

Bleah!

di Raffaella Guidi Federzoni

Perché solo parlare di vino? In fondo se ne può fare a meno, soprattutto in questo periodo di calura, spossati dal carico di lavoro e incertezza dei mesi scorsi, meglio evitare gli eccessi alcolici anche solo nelle parole.

read more »

9 agosto 2021

Un Tubo Jazz

di Floriana d’Amely

Le pareti in mattoni del locale, stretto e lungo e senza finestre, diffondevano un’ombra rosso scuro che ne riduceva i volumi come un rivestimento invisibile in cui doversi fare spazio.

read more »

23 luglio 2021

In Contea

Osteria romana 1800

di Snowe Villette

DuCognomi me fa “Sabato andiamo alle trincee”,
“Eh?!”

read more »

5 luglio 2021

Il post nel cassetto

Con la scomparsa di Raffaella Carrà se ne va la Carrà. Per qualche motivo che non riusciamo a ricostruire nella cartella “Accademia in lavorazione” giacevano da molti anni alcune foto in cui la Carrà faceva pubblicità a moto e autoveicoli degli anni Sessanta e Settanta. Non chiedeteci il perché: noi non ce lo chiediamo.  
Buon trasloco al piano superiore.

read more »

2 luglio 2021

Il vino da solo non basta

Traffico

di Shameless

Tanti anni fa fui coinvolta in un gioco al massacro virtuale, durante l’ora di conversazione in inglese. Si trattava di una classe mista, maschi e femmine, spagnoli, francesi, svizzeri, serbi e la sottoscritta, unica italiana. Ero a Londra in estate da sola, avevo ventiquattro anni e volevo godermi la vita, persino durante l’ora di conversazione in inglese.

read more »