Archive for ‘Frammenti del genio italico’

24 novembre 2015

Tentennamenti

23 dicembre 2012

Per questo, questo e quest’altro motivo – (la disdetta della disdetta)

il grande Corrado
I più complessi, archetipici personaggi partoriti dalla creativa mente umana, da Ulisse ad Anna Karenina, impallidiscono se paragonati alla più abbacinante invenzione artistica di Corrado Guzzanti, Gianni Livore.

La sua intensità espressiva si misura tanto più efficacemente in queste ore di crescenti tensioni familiari e collettive, causate dal periodo delle feste di fine anno.

24 novembre 2012

Scopritori di scoperte

5 novembre 2012

Giulio Gambelli: prosa e poesia

di Carlo Macchi

[Giulio Gambelli, impareggiabile interprete del sangiovese, mastro assaggiatore, uomo di rara modestia e sensibilità, se n’è andato da quasi un anno. Qui due ricordi tratteggiati con agilità da Carlo, suo eminente biografo: uno in prosa (dal suo libro Giulio Gambelli, l’uomo che sa ascoltare il vino, ed. Seminario Veronelli), l’altro in versi, sorta di haiku nostalgico.]

Per i non toscani “L’appalto” era un negozio che aveva in appalto la vendita di alcuni beni di prima necessità, come lo zucchero o il chinino, ma vendeva anche altre cose ed era una specie di punto di ritrovo paesano. L’Enopolio è quello che oggi è chiamato Granducato ed allora era una cantina gigantesca, dove non solo si raccoglieva vino per poi infiascarlo (o imbottigliarlo) e spedirlo in tutto il mondo ma molte aziende della zona ci vinificavano le proprie uve.

14 ottobre 2012

La giusta interpretazione

“Così nella vita mi occorse sovente, lo confesso a me medesimo, di passare per imbecille, o per orgoglioso, o per egoista, o per pazzo: mentre ero distratto, timido, riservato, stanco”
Carlo Emilio Gadda, Giornale di guerra e di prigionia

6 ottobre 2012

La lettera P

di Rizzo Fabiari

L’abusato e ormai melenso aggettivo poetico acquista una nuova luminosità in questo brevissimo, tenero, delicato testo di Aldo Fabrizi. Le immagini, tratte da una puntata di Stracult, non sono collegate all’audio. Un minuto di intenso e trattenuto lirismo. Dove le parole più aeree svolazzano ma quelle più saporite – come pappardella, pancetta, polpettone, parmigiano – mantengono i piedi ben saldi per terra.

14 agosto 2012

Il Poeta e il Contadino

Rubrica dedicata ai grandi italiani, da Dante a Leonardo, da Leopardi a Totò, da Caravaggio ai suoi grandi conterranei Gadda e Pozzetto. Il Pozzetto anni 60 e 70, beninteso. Tra le opere più alte dell’ingegno italico, la trasmissione il Poeta e il Contadino. Dove tutto o quasi era di qualità elevatissima. Sigla: l’ouverture omonima di Franz Von Suppé. Testi di Pozzetto, Ponzoni, Fo, Iannacci. Regia di Beppe Recchia (regista del mitologico Onda Libera di Benigni del 76; meno nobilmente, ma sempre con tono ispirato, del fininvestiano Drive In, inizio della fine per la nostra penisola*).

* e anche per le isole, maggiori e minori