Sul vino

Alterati dal vino
di Fabio Rizzari
Il vino è un oggetto semplice? si risponde: sì.
Il vino è un soggetto complesso? si risponde: sì.
È un oggetto semplice perché è alimento e bevanda primordiale, come il pane a tavola.
È un soggetto complesso perché è al centro di un fitto reticolo di rimandi simbolici, storici, sensoriali, antropologici, e chi più ne ha più ne metta.

Molti addetti ai lavori – produttori, distributori automatici, enotecari, bloggaroli, eccetera – ignorano la sua complessità e ne vedono solo il lato mercantile e, orrore, modaiolo.

Molti teorici/discettatori/officianti/spaccatori-del-capello-in-sedici, all’opposto, si perdono in minuzie bizantine e divengono incapaci di ritrovarne la semplicità.

Qual è allora l’approccio giusto? non esiste “l’approccio giusto”. Esiste solo il rispetto della dualità del vino, oggetto semplice e soggetto complesso, e la ricerca di un equilibrio mobile tra queste due polarità. Polarità che il vino, in misura misteriosa e quasi insondabile, tiene insieme in un’unità perfetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...