Lo sapevate che…

Dischi

rubrica settimanale provvisoria
a cura di Federico Maria Sardelli

… la mascella, quando è sottoposta allo sforzo della masticazione (facciamo l’esempio di un boccone di tacchino cucinato in modo da diventare durissimo, oppure lo stinco di vitello fatto alla Garçon, cioè si ammazza il vitello, ma non col metodo ordinario bensì inseguendolo a giornate con la SiNca mille in salita e poi giù in discesa finché non si esaspera, dimodoché le sue carni possono solo essere tagliate con la motosega e, se cucinate male, acquistare la tipica consistenza della faesite) ho perso il filo.

… il bicchier d’acqua più grande del mondo fu quello costruito da Hector J. Mezzolla sulla Piana di Manesco; esso misurava più di 42 mt. di diametro e 87 mt. d’altezza, ma non si è potuto mai riempire perché interamente realizzato in stecchi del ghiacciolo (89.452) incollati col vinavil che non avrebbero mai sopportato l’inumana pressione di una simile massa d’acqua, impedendo così al Mezzolla di raggiungere il primato ma consentendo ai suoi vicini di casa di potergli dare della grandissima testadicazzo.

… per costruire la diga del Billone sul fiume Cataclysma sono occorsi più di 60 quintali di cemento, cifra questa, a voler questionare, del tutto irrisoria, giacché l’opera non è stata nemmeno iniziata e coi 60 q. di cemento ci si è fatto il villino l’architetto Cataplam J. Cataplam, l’illustre autore dell’avvenieristica Chiesa dello Sgomento (tutta fatta a forma di gigantesco camparino) e del Museo dei Brigidini a Boston.

… il record di immersione nella mayonnaise senza mangiarla è quello stabilito da Lupo Ettore (Ettore è il cognome) nel ’33, record peraltro del tutto effimero, giacché la mayonnaise si rivelò essere un po’ acida datosi che l’Ettore – un po’ per l’emozione, un po’ per il disagio, chissà – ci pisciò dentro e fu squalificato con disonore.

… quando uno parla di cose che non sa, dovrebbe perlomeno intendersene, cioè, no di quelle che non sa, sennò le sapeva, è ovvio, ma di altre, e quindi non dovrebbe parlarne nemmeno, o appena accennarle di striscio, sennò ci fa le figure di merda, come presempio ora

… se preso dal verso giusto, cioè con le buone, e a volte non bastano nemmeno quelle, pensate un po’, il giaguaro forse non s’incazza nemmeno e vi può anche non sbranare, dipende.

… quando l’ape in primavera porta con sé tutto il suo dolce carico, deve stare molto attentina a non ribaltarsi, specie in curva con tutte le bombole come fece l’altro martedi il Tambellini proprio sull’ultima ranpa per Tàstamelo (TSML), entrando a pieno titolo dentro la bottega del barbiere Attylio senza nemmeno domandare chi era l’ultimo.

… per far prima a fare le frittelline di riso – specialità questa che richiede almeno un’ora di lavorazione per portare l’impasto a perfetta morbidezza ed ottenere così delle frittelline veramente soffici e vellutate – si può anche rinunciare del tutto, ottenendo così un’enorme ottimizzazione del tempo impiegato ed una notevole riduzione dei costi delle materie prime, riduzione calcolata dagli esperti intorno ai 23 minutini su 23 minutini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...