Er ritorno di Coso

di Snowe Villette

“Sai che sono stato astemio fino a diciotto anni?”

Cosa fa l’astemio der Terzo Millennio quanno non è più astemio?
Se schianta de arcol. Comincia caa bira, poi passa a quarche mischione de gin o vodka o tequila, poi pe’ fa’ l’intellettuale se butta sur vino.
Perché cor vino acchiappi le mejo fiche, tipo me (cit. DuCognomi).
Ner ciclo dei corsi e ricorsi storici daa vita mia me trovo ar ristorante co’ Coso Nòvo, inteso come Ultimo Arrivato ner Regno dei Cosi.

Ad occhio se po’ ddi’ che diciotto anni CN li ha scavallati quanno io manco ce penzavo all’arcol e ai Cosi, me bastava Dragonbòl. Poi so’ cresciuta e ora me trovo ar ristorante scelto da lui colla lista dei vini sotto ar naso, perché me poi di’ tutto ma su quello so’ più imparata de tutti i Cosi der monno.
Quindi er conto lo paga lui ma er vino lo scelgo io.
Stasera è la prima volta che uscimo, poi se vedrà. Dipenne anche dar Dopo, inteso come materasso.

Amo cominciato bbene, patti chiari amicizzia lunga.

Er Coso ex astemio se impegna a esse’ più realista daa Reggina, cioè de me, e quinni:

“Scegli tu, mi fido. Non preoccuparti di quanto costa, stasera deve essere speciale”.

 

Siccome ce lo so che ar maschio classico della prima uscita corrisponde enologgicamente er vino rosso, tosto, gonfio e profumato de femmina agreste, senza stamme a confonne scelgo la bottija più sicura. Scelgo er vino che a occhi chiusi nun se capisce se viene de qui, de llà o da ogni dove, ma tanto ar Coso Standard sai che je frega, sa che io ner vino ce bazzico da anni e che stasera vojio fa’ bella figura.

Se fida de me.

Er sommelier nun ce crede quanno je indico er vino scelto. Je sembra strano che na Millennial come la sottoscritta se butti sur vino simbolo daa Fine der Secolo Diciannovesimo: grande, grosso, forse puro cojone, e che costa na cifra.

Er sommelier però è na femmina giusta e solidale, superato quer par de seconni de sorpresa me fa l’occhiolino e va a prenne la bottija.

La porta a tavola co’ tutti i crismi e me la fa vede. La fa vede a me no a Coso che me sta a sorride e già me lo magnerei cor cucchiaino.

Fo “sì” colla capoccia, la Sommeliera Pinguina – che ormai è amica mia – tajia cor bisturi la capsula, stappa e snasa er tappo. Poi me versa du gocce ner bicchiere formato hangar. Snaso anche io, Coso inarca er sopracciglio destro senza smette de sorriderme.

Bis de “sì” colla capoccia.

La Pinguina versa drento tutti e due li bicchieri a quattro piazze la dose giusta pe’ sogna’ senza sveni’. Versa mentre Coso e me medesima ce stiamo a sorride de brutto, poi se ne va.

Er menu se chiama degustazione, ma chisselo ricorda. Quarcosa de piccolo e misto, una due tre, dodici volte.

 

Ar piatto piccolo e misto numero tredici me sembra d’ave’ ruttato, ma piano piano e a bocca chiusa. Ce lo sapevo che stavo ner luogo sacro dove Coso Nòvo ciavrebbe lasciato un par de mesate de stipendio. Per me.

Der resto me ricordo solo che er vino ciaveva du spalle belle dritte e muscolose come quelle di Coso quanno più tardi s’è scamiciato.

Anche lo stesso slancio.
Anche la stessa persistenza.

Na sorpresa, penzavo peggio, come per Coso.
Invece, mejo, molto mejo.

Inzomma, ce semo quasi.

Quasi, perché me so’ sentita traditrice de tutti i principi etici de DuCognomi pe’ ave’scelto er simbolo der Male Enologico. Poi però ho penzato che er millesimo era lo stesso mio e che quinni quer vino costato l’animaccia de li mortacci sua fu concepito e partorito appena prima de tutte le seghe nòvomondiste che adesso ce vomitiamo sopra, ma ieri nun era così.

Me so’ confessata all’amica mia “Ti perdono” mi ha risposto “Se Coso Nòvo diventa Coso Solito invitalo a cena a casa e fagli provare un vino del terzo Millennio, un vino spontaneo e non costruito.”

Ce proverò, ma non subbito. Un Coso pe’ volta.

 

 

One Comment to “Er ritorno di Coso”

  1. “Er menu se chiama degustazione, ma chisselo ricorda. Quarcosa de piccolo e misto, una due tre, dodici volte” è la chicca tra le chicche !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...