La lettera P

di Rizzo Fabiari

L’abusato e ormai melenso aggettivo poetico acquista una nuova luminosità in questo brevissimo, tenero, delicato testo di Aldo Fabrizi. Le immagini, tratte da una puntata di Stracult, non sono collegate all’audio. Un minuto di intenso e trattenuto lirismo. Dove le parole più aeree svolazzano ma quelle più saporite – come pappardella, pancetta, polpettone, parmigiano – mantengono i piedi ben saldi per terra.

Annunci

One Comment to “La lettera P”

  1. Panzone Paradisiaco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...